Cerca
  • Locanda Castellina

AVVISO AI NAVIGANTI (English below)

AVVISO AI NAVIGANTI

(English below)

Ci scusiamo con i nostri amici ed ospiti più lontani. Con coloro che si sono messi in viaggio da Canada, Australia, Stati Uniti, Brasile e Giappone, a bordo di catamarani già da mesi, per essere puntualmente presenti alla riapertura della LOCANDA CASTELLINA.

Lo stesso vale per tutti coloro che erano in procinto di raggiungerci dalle più remote province italiane e che non aspettavano altro che un bel lunedì sera per interrompere il loro lungo digiuno.

Anche i nostri amici più vicini, incapaci di prepararsi da mangiare in proprio, dovranno farsene una ragione e proseguire ad ordinare tutti i giorni a pranzo e a cena al telefono.

Questa sera resteremo chiusi e tale sarà la scelta anche nel prossimo breve periodo.

Motivo?

Il nostro senso civico ci ha suggerito di chiudere una settimana prima del lockdown imposto e non abbiamo avuto esitazioni allora.

Non ne abbiamo oggi esitazioni, nel momento in cui aprire a queste condizioni significherebbe mettere a rischio la possibilità di ritornare alla normalità nel più breve tempo possibile.

Le condizioni attuali rendono evidenti diversi rischi. Rischi connessi alla fattibilità economica dell’attività, costretta ad ulteriori investimenti che non solo risultano essere inversamente proporzionali agli incassi previsti ma potrebbero avere carattere di temporaneità e divenire, a seconda degli sviluppi sanitari e legali, addirittura insufficienti ed obsoleti già nel breve termine.

Inoltre c’è un problema legato alle nostre aspirazioni professionali, alla nostra forma di accoglienza e servizio, oltre che di cucina ed i vincoli imposti snaturano l’essenza di tutto ciò in cui crediamo.

Abbiamo una nostra “mission” e siamo determinati a perseguirne tutti i principii fondamentali, a partire dal rapporto fiduciario con i nostri collaboratori, i nostri fornitori e “last but not least”, con i nostri ospiti.

Tutto questo, adesso, non è fattibile. Non è obiettivamente realizzabile.

Chi ci frequenta sa. Conosce la nostra determinazione e sa che non lasceremo nulla di intentato, per dare continuità a questa esperienza ma è essenziale ribadirlo, senza modificarne la natura e l’attitudine che non sono quelle di una asettica e indefinita “attività di somministrazione” ma, come recita l’incipit della nostra presentazione: “L’amore per una terra attraverso l’esaltazione della tradizione”.

In questa breve frase l’essenza.

Amare la nostra terra vuol dire difenderne le peculiarità, culturali eno-gastronomiche e di secolare accoglienza. Esaltare le tradizioni significa preservarne la sostanziale essenza pur contestualizzandone la forma.

Questo è ciò che vogliamo e che - ora - non possiamo produrre.

Auguro il meglio ai colleghi e non mi permetto di dare loro alcuna indicazione nel merito, anche perché ognuno è diverso nel proprio essere “collega”.

Mi limito a consigliare di porre la massima attenzione. A tutto.

Quanto ai nostri ospiti, abbiate pazienza e per tutto ciò che ci compete, non vediamo l’ora di potervi riaccogliere, prima dell’aperitivo e della cena, con un vero abbraccio e che possiate godere al più presto, dell’atmosfera cordiale ed informale che sono parte integrante del nostro che, prima di essere un lavoro è uno stile di vita. Una necessità vitale. Tanto quanto il pane e il companatico.

Teniamo duro e a presto.

Massimiliano e Livia

Locanda Castellina a Trevi (PG)

We apologize to our friends and more distant guests.

With those who have traveled from Canada, Australia, the United States, Brazil and Japan, on board catamarans for months, to be punctually present at the reopening of the LOCANDA CASTELLINA.

The same applies to all those who were about to reach us from the most remote Italian provinces and who were waiting for nothing more than a nice Monday evening to interrupt their long fast.

Even our closest friends, unable to prepare their own food, will have to make up for it and continue to order every day for lunch and dinner on the phone. Tonight we will remain closed and this will be the choice also in the next short period.

The reason?

Our civic sense that suggested us to close, one week before the official lockdown Imposed, and we had no hesitation at that time.

So we have no hesitation today, when opening under these conditions, would mean jeopardizing the possibility of returning to normal in the shortest possible time.

The current conditions make several risks evident.

Risks related to the economic feasibility of the activity, forced to further investments which not only turn out to be inversely proportional to the expected proceeds, but could be temporary in nature and, depending on health and legal developments, may even be insufficient and obsolete, already in the short term.

Furthermore, there is a problem linked to our professional aspirations, to our form of hospitality and service, as well as to the cuisine and the constraints imposed, distort the essence of everything we believe in.

We have our "mission" and we are determined to pursue all the fundamental principles, starting from the fiduciary relationship with our collaborators, our suppliers and "last but not least", with our guests.

All this, now, is not feasible. It is not objectively achievable.

Those who frequent us know.

He knows our determination and knows that we will not leave any stone unturned, to give continuity to this experience but it is essential to reiterate it, without changing its nature and attitude which are not those of an aseptic and indefinite "restaurant activity" but, as he says the beginning of our presentation:

"Love for a land through the exaltation of tradition".

In this short sentence, the essence.

Loving our land means defending its peculiarities, cultural, food and wine and centuries-old hospitality. Enhancing traditions means preserving their substantial essence while contextualizing their form. This is what we want and which - now - we cannot produce. I wish my colleagues the best and I do not allow myself to give them any indication into the topic, also because everyone is different in "being a colleague".

I will simply advise you to pay close attention. To all things.

As for our guests, have patience and for all that belongs to us, we look forward to welcoming you again, before the aperitif and dinner, with a real hug and that you can enjoy the friendly and informal atmosphere as soon as possible which are integral part of ours which, before being a job, is a lifestyle. A vital necessity. As much as the bread and the dish.

Take care and see you soon.

Massimiliano e Livia

Locanda Castellina a Trevi (PG)

63 visualizzazioni

Locanda Castellina

- Restaurant in Umbria -
  • Facebook Social Icon
  • Instagram Social Icon
  • Trip Advisor Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • Yelp Social Icon

Newsletter